· 150 g di quinoa;
· 350 g di ceci già lessati;
· 7 cucchiai di farina integrale;
· 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
· sale e pangrattato q.b.

Sciacquate la quinoa sotto l’acqua fredda e cucinatela come indicato sulla confezione. Intanto frullate i ceci fino a ottenere una crema densa, senza aggiungere acqua. Mescolate a questo punto ceci e quinoa, aggiungendo l’olio, salando e inserendo anche la farina. Formate le polpettine, rotolatele in un piatto in cui avrete disteso il pangrattato e irroratele d’olio. Inserite in un forno preriscaldato a 180 gradi e lasciate che si cucinino per una mezzora circa. Se preferite, le polpette possono essere fritte.

1 barattolo di ceci lessati (circa 240 g scolati)
1 barattolo da 400 g di tahina (Salsa di sesamo, si trova negli alimentari arabi)
1 limone
1 bicchiere d’acqua
1 spicchio d’aglio
sale
olio

Togliere la pellicina ai ceci, frullarli da soli insieme ad un pizzico di sale e all’aglio,
poi aggiungere il barattolo di tahina in modo graduale (il barattolo di tahina va
agitato prima di essere aperto), frullare, aggiungere il succo di un limone e un filo
d’olio, frullare, aggiungere infine un bicchiere d’acqua per regolare la densità e
frullare.
Assaggiare e regolare eventualmente di sale, la tahina va aggiunta gradualmente
in modo da regolare la densità della cremina.
Servire in un piatto con un ciuffo di prezzemolo e un filo d’olio 🙂
Accompagnare con pane arabo (tipo piadina, si compra sempre negli alimentari).

Ingredienti per 4 persone:

600 gr di seitan
2 mele
1 ananas
80 gr di burro vegetale
un bicchiere di vino bianco
400 ml di brodo di verdure
curcuma
curry
sale
una cipolla
olio evo
320 gr di cous cous

Procedimento:
Fare un soffritto con burro, mele, ananas e seitan tagliati a dadini. Sfumare con il vino bianco. Aggiungere curcuma, curry, brodo di verdure e sale.

Per il cous cous
In una padella fare un soffritto con olio e cipolla, aggiungere il cous cous, dragoncello, brodo di verdure e sale.

Ingredienti

500 gr di lenticchie
250 gr di noci sgusciate
250 gr di porri
3 foglie di alloro
2 cucchiaini di timo secco
1 cucchiaio di senape
4 cucchiai di capperi sotto sale
40 gr di amido di mais
olio d’oliva q.b.
sale e pepe q.b.

Procedimento

Lessate le lenticchie in acqua insaporita con le foglie di alloro. In circa 30 minuti saranno cotte. Abbiate la premura di scegliere lenticchie di qualità. Scolatele bene (lasciatele qualche minuto a perdere l’acqua in eccesso) e trasferitele in un frullatore capiente. Unite i porri – che avrete precedentemente soffritto a pezzi grossolani –  il timo, le noci, l’amido, la senape, e circa metà dei capperi (precedentemente dissalati e risciacquati). Frullate il tutto fino a che diventa un composto piuttosto omogeneo. Salate, pepate e aggiungete i rimanenti capperi. A questo punto, basterà trasferire il composto in uno stampo a cassetta – foderato con carta da forno, mettendolo a cuocere a bagnomaria in forno a 180°. In circa 30-40 minuti avrete lo sformato pronto, morbido e profumato. Aspettate che raffreddi prima di tagliarlo a fette, in modo che si compatti ulteriormente.

Accompagnatelo con una salsa di verdure, un’insalata di crudità oppure con una salsa come maionese vegan e raita (salsa allo yogurt di soia, con un pizzico di sale, limone e olio di oliva) che  si prestano perfettamente ad accompagnare i legumi.